.
Annunci online

il blog di Benedetto Paris

18 gennaio 2012
SOLLECITO ADESIONE CONSULTA ANTIMAFIA DELLA PROVINCIA DI ROMA

Isottoscritti Consiglieri Comunali

DATAla costituzione della CONSULTA ANTIMAFIA DELLA PROVINCIA DI ROMAaperta a comuni, associazioni e forze sociali con il fine dicoordinare l'attività di prevenzione e comunicazione sul tema dellalotta alla criminalità organizzata e della legalità nel territorioprovinciale;

CONSIDERATOche la nostra area territoriale è sempre più coinvolta in fenomenidi investimento di “denaro sporco” proveniente da attivitàillecita, come testimoniano sequestri ed indagini che interessanocomuni a noi vicini come Valmontone Lariano e Velletri;

TENUTOCONTO dell'importanza anche educativa dell'impegno nellacomunicazione e informazione sia tra i soggetti istituzionali siaverso i cittadini, al fine di creare anticorpi nella popolazione enelle istituzioni contro ogni possibile rischio di infiltrazionecriminale nelle forze produttive e nelle istituzioni civili;

VISTOche per aderire è sufficiente un idoneo atto dell'organo esecutivodel nostro comune;

SOLLECITANOL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Adapprovare quanto prima un atto di adesione alla Consulta Antimafiadella Provincia di Roma e ad avviare una azione educativa, inconcerto con le istituzioni scolastiche, sul tema della legalità edella lotta a tutte le mafie.

Labico18 Gennaio 2012

IConsiglieri Comunali

ParisBenedetto TulliNello BerlenghiTullio GiovannoliDanilo Spezzano Maurizio


1 agosto 2010
Pedaggi autostradali, solo Labico non ha fatto il ricorso al TAR!

Dal primo luglio tutti noi cittadini paghiamo una tassa in più: l’obolo che il Governo Berlusconi con un decreto  ha imposto su tutti quei pendolari che entrano a Roma per lavoro attraverso il casello autostradale di Roma Sud. Per noi Labicani l’obolo varia dai 40 centesimi (entrando a S. Cesareo) agli 80 centesimi (Valmontone) al giorno, che in un anno lavorativo (300 giorni) valgono 120 o 240 euro in più di spesa.

Non solo, questo avviene mentre il Governo taglia del 50% i fondi per il trasporto pubblico alle Regioni, e così a cascata, a breve e sicuramente per il 2011 ci sarà una forte contrizione dei fondi ai comuni per il trasporto pubblico locale (salterà quasi sicuramente il collegamento Colle Spina/Casilina – Zagarolo) e per il Co.Tra.L. e per il contratto con Trenitalia, ovvero peggiorerà il servizio dei treni, che già ha tanti problemi tra ritardi, treni sporchi e treni soppressi sistematicamente (vi dice qualcosa quello delle 06.55?).

Secondo un recente studio della Provincia di Roma Labico è uno dei pochi comuni dove più del 30% della popolazione è pendolare, quindi noi cittadini labicani saremo tra i più colpiti da questo assurdo obolo. Per noi labicani il pendolarismo è un carattere specifico e naturale: ci muoviamo per andare a scuola alle superiori (quest’anno anche per la materna…e non è la prima volta!), ci muoviamo per divertirci appena possiamo prendere un motorino, ci muoviamo per l’università e per il lavoro…ci muoviamo per avere una vera “estate” con eventi e intrattenimento culturale. Quetso tema deve essere al centro di una programmazione di servizi (pre scuola, asilo nido, dopo scuola, attività sportive, parcheggi, collegamenti pubblici), e invece nulla viene fatto dall’Amministrazione, manco totalmente questa sensibilità.
Intanto contro questa nuova tassa la Provincia di Roma ha presentato ricorso e la Provincia di Rieti e moltissimi comuni della nostra zona hanno presentato un ricorso ad adiuvandum, tranne Monte Compatri e Labico. Il TAR ha dato ragione alla Provincia, ma adesso bisognerà aspettare il pronunciamento del Consiglio di Stato.

Noi sosteniamo fortemente la contrarietà a questo provvedimento che penalizza i nostri concittadini, ma soprattutto rimaniamo sconcertati dalla scelta di Giordani e di Galli di non ricorrere contro questa scelta, di non difendere così gli interessi dei Labicani. Ancora una volta possiamo dire che pensano solo ai loro affari e non curano gli interessi di tutta la collettività!


28 aprile 2008
Nicola Presidente, Fausto e Chiavetta Sindaci...per noi il saldo è positivo
Nel mezzo della disfatta rutelliana il terrore pe ril futuro di Roma emerge con difficoltà. Infatti scrivo queste quattro righe dopo 4 ore di festeggiamenti per tre importantissime ed eccezionali vittorie: Nicola Zingaretti è Presidente della Provincia di Roma, con le innumerevoli ricadute positive, in primis l'elezione di Erminio Latini; l'amico Fausto Servadio è Sindaco di Velletri, con la sua storia personale, con tutto il nostro gruppo di sg/ds, con Giorgio Fiocco segretario vincente del partito a 27 anni, con Marianna, con i tre ragazzi sg eletti, tra cui Daniele primo degli eletti con 567 voti, dopo 15 anni di centrodestra, bellissima risposta a chi domani potrebbe essere condannato in primo grado per Associazione a Delinquere (l'abbraccio piangente con Matteo non riesco ancora a toglierlo dagli occhi); Alessio Chiavetta, ragazzo di 33 anni, è diventato Sindaco di Nettuno, dopo due anni di scioglimento per Mafia, ridando dignità ad una città così importante...ennesime dimostrazioni che i cittadini possono alzare la testa, possono decidere di dire no ai soliti potentati, a Velletri, a Pomezia due anni fa, a Labico magari nel prossimo futuroL avittoria di Velletri dopo 5 anni al fianco di quei ragazzi è come se fosse per un pezzo mia e l'aria, in questo mese in cui li ho sostenuti direttamente a Velletri, era bellissima, di comunità, di lotta comune, di festa...e festa è stata oggi e sarà nei prossimi giorni! Adesso anche a Labico bisogna iniziare non a fare opposizione, nel senso stretto della parola, ma a costruire la vittoria, unico modo per raggiungere il cambiamento!
Le elezioni a Labico sono andate bene...un'altra volta Galli perde a Labico, anche se stavolta è tutto il colleggio a tifare Zingaretti: a Labico Galli perde 480 voti in due settimane (noi solo 140), ad Artena Zingaretti prende il 64% dei voti e addirittura vince a Lariano! Autentica disfatta per il centrodestra labicano e il suo Vicesindaco. Lui non entra in consiglio provinciale e invece entra Erminio Latini con la Lista Zingaretti, assieme a Leodori, a Enzo Ercolani (Genzano) e altri amici che siederanno in conisglio e in Giunta. Adesso, con la Provincia, possiamo veramente ripartire!


22 aprile 2008
Al Ballottaggio scegliamo Nicola Zingaretti!

Cara cittadina, caro cittadino,

Domenica 27 e lunedì 28 aprile si voterà per scegliere chi sarà il nuovo Presidente della Provincia di Roma. Come due domeniche fa si potrà votare dalle ore 08.00 alle 22.00 di domenica 27 e dalle 07.00 alle 15.00 di lunedì 28 e per votare bisogna avere con sé un documento di riconoscimento e la tessera elettorale. 

Noi del gruppo consiliare Cambiare e Vivere Labico vogliamo invitarLa ad esprimere il Suo voto per Nicola Zingaretti, 42 anni, con una importante esperienza a Roma e al Parlamento europeo alle spalle e tante idee innovative per il nostro territorio.

La Provincia di Roma è stata governata in questi ultimi 5 anni dalla Giunta di Centro Sinistra, portando nuovi e migliori servizi al territorio.

E’ grazie alla Provincia di Roma che sono stati acquistati e messi sui binari i treni Vivalto e Minuetto, permettondo alle Fs di aumentare i treni sulla nostra linea; è stata la Provincia di Roma a realizzare una forte riduzione dell’abbonamento annuale per i trasporti per gli studenti e per i lavoratori a basso reddito; sempre la Provincia di Roma ha inaugurato il servizio di trasporto pubblico +Bus dedicato esclusivamente ai disabili.

In questi 5 anni la Provincia di Roma ha aumentato il sostegno alle famiglie in difficoltà, ha portato la cultura ed il teatro nei comuni della Provincia, ha investito ingenti risorse per il recupero dei centri storici, ha finanziato la raccolta differenziata ed ha messo in sicurezza le scuole della Provincia che da tempo chiedevano interventi a tutela della salute degli studenti.

In particolare a Labico, grazie alla Provincia, abbiamo avuto recuperato Palazzo Giuliani, la nuova Palestra, il campo di calcetto comunale, e la Provincia, insiema a Labico ed altri comuni della nostra area, partecipa ai consorzi “I Castelli della Sapienza” e a quello “Trasporto Pubblico Locale”. 

Con Nicola Zingaretti vogliamo realizzare pienamente la raccolta differenziata e rendere facile e veloce i collegamenti con Roma, potenziando la rete ferroviaria, realizzando il “corridoio della mobilità” Pantano – San Cesareo, corsia preferenziale per il trasporto pubblico, confermare lo sconto del 30% sugli abbonamenti annuali dei trasporti per studenti e lavoratori e il servizio di trasporto gratuito + Bus per i portatori di handicap, portare in tutto il territorio la possibilità di collegarsi ad internet con il wireless negli spazi pubblici e nelle piazze dei nostri paesi, valorizzare e sostenere le aziende del territorio, specie i prodotti tipici locali, collegare tra loro i centri anziani, realizzare parcheggi di scambio vicino alle stazioni, per rendere più agevole e sicuro l’accesso ai treni e mettere in sicurezza le stazioni con un sistema integrato si sorveglianza.

Per confermare la buona amministrazione dei cinque anni passati e per dare nuovo slancio e innovazione alla nostra provincia Le chiediamo di votare per Nicola Zingaretti, 

Cordiali Saluti,

 

                                                                                                          Tullio Berlenghi

                                                                                                          Danilo Giovandoli

                                                                                                          Benedetto Paris

                                                                                                          Maurizio Spezzano

                                                                                                          Nello Tulli


17 aprile 2008
Elezioni....qualche riflessione
Che botta! Mai avrei pensato di prendere un distacco di 9 punti dalla coalizione di Berlusconi. Una sconfitta dura, netta, che non ammette giustificazioni,  ma che certo deve essere analizzata in tutte le sue componenti. Non sono chissà che studioso, per cui non penso di poter addurre idee o ragionamenti migliori di quelli che si possono leggere sui giornali, per cui al massimo mi permetto di abbozzare un pacthwork di questi, insomma di incastrare le varie analisi a qualche elucubrazione mentale.

L'Italia è sempre più divisa in tre, e fa bene Cofferati a dire che si deve leggere e coniugare per aree. Il voto e le dinamiche del voto sono infatti molto differenti tra nord, centro e sud. Al centro di tutto mi sembra ci sia un dato: il Pd non ha ottenuto un grande risultato (il 33% è basso, specie calcolando una parte di travaso di voti dalla sinistra) e, più che al centro o a sinistra, non ha sfondato il voto popolare, quello che oggi ha meno lenti per leggere il presente, ma che ne subisce ogni giorno le assurdità, le sopraffazioni, le contraddizioni. Quell'elettorato che soffre precarietà, bassi salari, aumenti dei prezzi e che si impatta ogni giorno con gli effetti dell'immigrazione. Un voto che vuole soluzioni concrete e che allo stesso tempo non si fida e non si è fidato delle proposte della politica, specie le nostre, vissuti più come governo uscente che come novità e che alle proposte in campo ha risposto in modo diverso, secondo le alternative possibili.

Al Nord questo voto è andato tutto alla Lega. Non è andato a Berlusconi. Il Pd ha avuto relativamente un buon risultato: primo partito nel Veneto, in molte città (Venezia, Vercelli, Varese, Torino), abbiamo perso per poco la Liguria, ma quel voto (mediamente +7% rispetto al 2006) è dovuto in buona parte dal travaso di voti della sinistra radicale e magari di un ceto medio acculturato. Questo spostamento è stato più forte e verso la Lega anche perché lì è più forte il peso della globalizzazione: maggiori difficoltà per la competizione globale vissute dalle piccole imprese, più forte presenza di immigrazione, specie araba. La Lega con le sue spiegazioni e "soluzioni" rende più facile i problemi e la sua radicalità è moltovicinaa a quella della rabbia della gente. Noi appariamo spesso troppo sofisticati e appariamo distanti.

Al Centro invece il Pd ha retto meglio, salvo dove ci sono problemi regionali (Abruzzo e Campania, dove sono fortemente contestati i due governatori regionali). Qui il voto popolare, per tradizione e per un maggiore radicamento amministrativo, locale, ha retto meglio, ed ha saputo mantenere i delusi del governo prodi e allo stesso tempo ha preso il voto "utile" della Sinistra Arcobaleno.

Al Sud, invece la figura di Berlusconi riesce ancora ad essere il riferimento per un rinascimento popolare, come dispensatrice di fortune, e così a sembrare risposta per quelle esigenze, ma soprattutto ha pesato sia il governo prodi, sia aspetti regionali (campania, calabria, sicilia...). Certo è, che il messaggio politico del pd non ha imperniato quei ceti. E non è solo comunicazione, è stare nei problemi, è radicamento e metodo, è proposta e analisi.

Sono tre giorni che mi viene da citare Gramsci, sull'esigenza di creare una nuova egemonia culturale. Il Pd a breve, con il territorio, deve tornare ad essere una classe dirigente credibile, rinnovata, "esperenziata". Questo lo può fare con poco tempo. Ma la vera rivoluzione del Pd, il senso del suo messaggio, della sua idea di paese, per arrivare in tutto il Paese ha bisogno di tempo, di cultura, non solo di proposte...la gente ha smesso, spesso non sempre, di sentirle!

Per questo è fondamentale adesso la strutturazione ed il radicamento del Pd, nelle sue molteplici forme (politiche, associative, giovanili,). Dobbiamo stare con le nostre proposte, con la nostra novità, nell'elettorato.

I prossimi mesi, anni, non saranno facili. La malaugurata sparizione della sinistra radicale non solo impoverisce il dibattito e la rappresentatività del parlamento, ma porrà un problema politico molto serio: il Pd sarà sospinto sia dal governo sia dalla sinistra radicale. Se risponde ad ogni sollecitazione sarà debolissimo. Adesso ancora di più deve coniugare e formare la propria identità, le prorie idee programmatiche, senza badare a quale parte dell'elettorato scopre. Solo così potrà avere forza, essere vero riferimento e intercettare voti. Deve insomma applicare il suo non essere somma, ma soggetto nuovo. Il tempo è dalla nostra, e certo è meglio farlo dall'opposizione.

Infine, spero che la Sinistra Arcobaleno non abbandoni quetso progetto, ma lo rifondi, anzi che finalmente fondi se stessa, separando le barriere tra i componenti. Se qualcosa è mancato è stato proprio questo: Bertinotti non è riuscito a far emergere le idee della SA, la proposta politica, valoriale, programmatica della Sinistra Arcobaleno. E' a questa bellissima parte di sè che adesso devono attingere e non a idee di ritorno al passato che farebbero finire definitivamente la sinistra radicale italiana.

Sul voto locale....è andata bene! Con i piedi per terra avevamo previsto un 30% e così è stato, con un balzo del 5% dalle passate elezioni politiche, arrivando a 977 voti, un risultato importantissimo!
Il Pdl non ha sfondato, anzi Galli ha preso alle provinciali meno voti delle Amministrative, percentualmente anche uno 0,qualcosa in meno di un anno fa e se vincerà Zingaretti non sarà eletto, a differenza dell'amico Latini che, con il suo15% (4000 voti) è il primo dei votati e unico eletto della Lista Zingaretti, che avrà eletti in caso di vittoria di Nicola Zingaretti. Eleonora non ce l'ha fatta, ma si sapeva che questo è un collegio difficile per il Pd.
Adesso gambe in spalla e pedalare.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. veltroni zingaretti elezioni 2008

permalink | inviato da benedettoparis il 17/4/2008 alle 16:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

16 aprile 2008
Pubblicati i risultati. Grazie ai 977 elettori del Pd
Sul sito del Partito Democratico di Labico sono disponibili i risultati delle elezioni. A Labico il Pdl è arrivato addirittura sopra il 50%, ma rimane la soddisfazione per il 30% raggiunto dal Pd alla Camera, 5 punti sopra il risultato del 2006 (25%), raggiungeno il massimo storico di 977 voti.
Per un commento...ancora un giorno!

Alle Provinciali il Pd ha ricevuto 502 voti, mentre la Sinistra Arcobaleno 113 e sia la Lista Zingaretti con Erminio Latini, sia l'Italia dei Valori, hanno ottenuto 205 voti, con Erminio Latini sicuro eletto in caso di vittoria della Lista Zingaretti. Il Pdl con Galli candidato ha preso solo 1783 voti, meno delle passate amministrative, solo 120 voti in più del risultato alla Camera....Alfredo non è eletto in caso di vittoria di Zingaretti.

A questo punto è fondamentale partecipare al massimo al ballottaggio di domenica 27 e lunedì 28 aprile per eleggere Nicola Zingaretti presidente della Provincia di Roma e continuare a dare sviluppo e solidarietà in questa Provincia!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni 2008 Zingaretti Veltroni

permalink | inviato da benedettoparis il 16/4/2008 alle 22:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 aprile 2008
La mia lettera per il Pd
Carissimi amici/conoscenti/oggetto delle mie torture psicologiche e mentali,

come sicuramente sapete il 13 e 14 aprile si vota per il Parlamento nazionale e per la Provincia di Roma. Per votare basta andare al vostro seggio dalle 8 alle 22 domenica 13 o dalle 7 alle 15 lunedì 14 con documento di riconoscimento (carta di indentità possibilmente) e tessera elettorale.

Il voto di quest'anno è fondamentale, anzi tutti e due i voti. Il primo perché deciderà se finalmente mandare al governo un partito, con un progetto e un programma, che poi non dovrà fare continue mediazioni e non dovrà essere sottoposto a ricatti per attuarlo. Con Veltroni e il Partito Democratico questo è possibile.

L'alternativa è ritrovarci ancora una volta con Berlusconi al governo: l'abbiamo già visto all'opera e ancora ne subiamo gli effetti! Non venitemi a dire che il Pd è moderato. Non perché potrei arrabbiarmi o iniziarvi un pastone pazzesco, ma perché le scelte fatte e promesse su lavoro, redditi, indennità dei parlamentari, lotta alla precarietà, lotta alla mafia, università e istituzioni, sono tutto tranne che moderate! E' moderato proporre il salario minimo a 1000 euro? Oppure dichiarare in Sicilia e Calabria che non si vogliono i voti della mafia? O parlare a Latina di antifascismo e di riscossa democratica per far ripartire questo cavolo di paese? Oppure di nuovo piano straordinario per alloggi popolari e case a basso reddito? Vogliamo aggiungervi i 2500 euro per figlio? Lo stesso vale per i diritti civili, a partire dalle coppie di fatto, riconosciute attraverso lo strumento proposto in parlamento da Cesare Salvi (oggi in Sinistra Arcobaleno), ovvero i Cus. E adifferenza degli altri i finanziamenti sono tutti già spiegati e presentati in proposte di legge!

M apoi si vota anche per la Provincia e qui c'è una persona eccezionale e giovane (42 anni) come Nicola Zingaretti che si candida a Presidente con idee nuove, fresche ed europee (è europarlamentare dal 2004): le scuole aperte tutto il giorno per dare spazi e servizi ai cittadini, centri per le attività ricreative e musicali, investire fortemente sui treni e sulle preferenziali per i trasporti pubblici anche lungo la casilina, l'appia e così via, per non parlare del wireless gratuito negli spazi pubblici e della differenziata. Per non parlare di quanto ha già fatto la giunta di centrosinistra in questi anni: i Minuetto e i Vivalto, lo sconto sull'abbonamento annuale del treno e degli autobus per citare due cose che tocchiamo tutti i giorni.

Quindi non azzardatevi a dirmi che sono tutti uguali (Berlusconi ha fatto i co co co senza congedi parentali, noi li abbiamo inseriti, noi vogliamo ridurre le tasse su tutto il reddito mentre Berlusconi parla solo ed esclusivamente di detassare lo straordinario, ovvero incentiva i lavoratori a lavorare più del normale aumentando i rischi di infortuni e lo stress e la stanchezza...complimenti!). In Provincia noi abbiamo fatto queste cose, Moffa (Pdl) ha fatto il buono scuola da 50 euro per i 100 convenzionato solo con una libreria di Colleferro!!!

Il Pd ha preso e mantenuto l'impegno di valorizzare la rappresentanza femminile: ha candidato il 42% di donne e il 30% sono elette anche se si perde.

Il Pd ha preso e mantenuto l'impegno di ringiovanire i suoi parlamentari: il 30% dei candidati è sotto i 40 anni e 2 capolista ne hanno meno di 30.

Insomma, la scelta del 13 e 14 aprile è importante, si tratta di scegliere se vogliamo finalmente far ripartire l'Italia oppure no, rinnovarla oppure ritornare a Berlusconi (ricordate la Moratti, la Bossi/Fini, le leggi ad personam, la guerra in Iraq???). Sta a voi la scelta. Ogni voto non espresso è un voto a Berlusconi.

Il voto è sempre utile, ogni voto, quindi esprimetelo. Per il Pd è meglio. Ma non lasciate decidere gli altri, non facciamoci riportare indietro dagli altri che per ricatto o convinzione a votare ci andranno e voteranno un partito con dentro Berlusconi, Fini, Bossi, Stefania Craxi, la Nuova Dc, la Mussolini e Ciarrapico! Sta a ognuno di noi la scelta!

Tutti dicono che vincere è possibile, non permetterlo a Berlusconi ancora di più. Facciamo tutti la nostra parte!

Se avete retto la lettura di questa e-mail, riprendetevi con questo carinissimo messaggio di alcuni "amici". Andate su http://www.democratica.tv/video/4166

Benedetto Paris

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni 2008 pd veltroni zingaretti

permalink | inviato da benedettoparis il 3/4/2008 alle 18:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

30 marzo 2008
A Ostia Zingaretti presenta le idee per sostenere la creatività giovanile
Da quest'anno organizzeremo un concorso annuale per le band musicali giovanili e attiveremo un portale internet affinche' ragazze e ragazzi possano far conoscere gratis la propria musica a migliaia di persone. Un portale che sara' gestito, studieremo come, proprio da questi gruppi giovanili". Lo ha annunciato Nicola, presentando il 'Progetto musica' dal palco allestito ad Ostia per il concerto dedicato ai gruppi musicali emergenti del territorio. Nicola ha poi ribadito la volonta' di dar vita a un 'consiglio provinciale della creativita', "un modo per far incontrare tutti i protagonisti di questo importante settore. Sara' uno strumento di liberta', in cui i giovani potranno trovare ascolto". "La cultura - ha concluso Nicola- rappresenta sicuramente un mezzo straordinario di comunicazione, ma musica, arte, teatro e cinema sono anche una risorsa indispensabile per far crescere l'economia di un territorio dinamico e vivace come quello della provincia di Roma".

30 marzo 2008
Concerti per Zingaretti e il Pd a Palestrina e Valmontone



26 marzo 2008
Cena elettorale

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni 2008 zingaretti pd labico

permalink | inviato da benedettoparis il 26/3/2008 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 marzo 2008
A NOI AUMENTANO LE TASSE, A LORO GLI STIPENDI

LA GIUNTA GALLI – GIORDANI

A NOI AUMENTERA’ LE TASSE

Addizionale IRPEF

in due anni dallo 0.4% allo 0.8%

TARSU in due anni +38%

A LORO GLI STIPENDI

37.000 euro in più di spesa

per le indennità di Sindaco, Vice e Giunta

il 13 e 14 aprile non dargli fiducia

Vota Zingaretti Presidente



21 marzo 2008
La nostra lettera ai cittadini

Cara cittadina/o,

Il 13 e 14 aprile saremo chiamati a partecipare alle elezioni politiche per Camera e Senato e per la Provincia di Roma. Si voterà dalle 08.00 alle 22.00 di domenica 13 e dalle 07.00 alle 15.00 di lunedì 14 presso la scuola elementare “Maestra Iole” in Via L. Da Vinci.

 Il Partito Democratico, che noi rappresentiamo a Labico, si candida alla guida dell’Italia con Walter Veltroni, per essere la forza politica italiana in grado di cambiare il nostro Paese, senza i battibecchi, le offese e le grida degli ultimi 15 anni.

Vogliamo puntare sul merito, l’istruzione, le capacità dei cittadini, di chi fa impresa e di chi lavora, aumentando i salari a garantendo maggiore stabilità per il lavoro e la vita di tanti lavoratori e pensionati. Abbiamo già fatto scelte importanti: non abbiamo candidati con rinvii a giudizio o con condanne, mentre tra i candidati il 42% è donna e il 30% ha meno di 40 anni.

Siamo convinti che con la maggioranza del Parlamento, senza i ricatti  e i battibecchi del passato e con Walter Veltroni Presidente del Consiglio, tutto questo si può fare.

Con lo stesso spirito  vi chiediamo di votare il Partito Democratico anche alle elezioni provinciali, per eleggere Nicola Zingaretti, 42 anni e europarlamentare dal 2004, Presidente della Provincia di Roma.

Per la nostra provincia vogliamo realizzare pienamente la raccolta differenziata e rendere facile e veloce i collegamenti con Roma, potenziando la rete ferroviaria, realizzando il “corridoio della mobilità” Pantano – San Cesareo, corsia preferenziale per il trasporto pubblico, confermare lo sconto del 30% sugli abbonamenti annuali dei trasporti per studenti e lavoratori e il servizio di trasporto gratuito + Bus per i portatori di handicap.

La passata Giunta Gasbarra ha dato tanto a Labico e per i suoi cittadini: l’acquisto ed il recupero di Palazzo Giuliani, la nuova Palestra, i treni Minuetto e Vivalto, la partecipazione al nuovo consorzio di trasporto pubblico urbano e ai Castelli della Sapienza.

Adesso per Labico il PD si impegna a realizzare un auditorium – teatro e un centro giovanile negli spazi di Villa Giuliani, a diffondere il collegamento wireless gratuito nei parchi e nel piazzale del Comune, a realizzare un parcheggio con accesso diretto ai binari della stazione.

Grazie,


Picchio Maurizio, Coordinatore Pd Labico
Tulli Nello, Consigliere comunale
Paris Benedetto, Consigliere Comunale


21 marzo 2008
Zingaretti a Lariano ed Artena


Magari vedeteve il minuto 2.50....faccio una capatina anche io!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. zingaretti artena pranzo

permalink | inviato da benedettoparis il 21/3/2008 alle 16:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

19 marzo 2008
LA PROVINCIA DI ROMA E LABICO

LA PROVINCIA DI ROMA

E LABICO DAL 2003 AL 2008

Finanziati 1.186.843 € per investimenti

Ha realizzato il Palazzetto dello Sport e finanziato il parcheggio adiacente.

Ha finanziato l'acquisto e la ristrutturazione di Palazzo Giuliani.

Partecipa ai Castelli della Sapienza.

Partecipa al Consorzio TRL collegando con il trasporto pubblico 20 comuni.

Ha acquistato i treni Minuetto e Vivalto per migliorare la linea Roma-Cassino.

Ha istituito il servizio +bus per il trasporto pubblico dei disabili.

Ha istituito lo sconto del 30% sugli abbonamenti annuali per studenti e lavoratori.

IMPEGNI DEL PD IN PROVINCIA PER LABICO

Entrare e uscire da Roma più facilmente: con il corridoio della mobilità Pantano-San Cesareo per i mezzi pubblici

Più treni e maggiore sicurezza lungo la linea ferroviaria Roma-Cassino: con il parcheggio di scambio per un accesso più comodo e sicuro ai binari.

Più vicini alla rete, più vicini alla conoscenza: con il wireless gratuito nelle piazze del centro storico e nei parchi pubblici.

Un teatro e un centro giovanile: ristrutturando gli edifici di Villa Giuliani.

Il centro storico al centro del paese: recuperando e valorizzando la sua storia.

Più differenziata per un futuro sostenibile: con la raccolta porta a porta nel centro storico e centri di raccolta a misura di lottizzazione.

Lavoro? Di più e stabile: con i percorsi di formazione nei Centri per l'impiego legati al territorio e avvicinando l'Informagiovani ai centri di Colleferro e Palestrina.

Spazio alla creatività e alla musica: con l'epertura delle scuole e la "casa della musica" per sale prova e concerti.


26 febbraio 2008
Comitato Zingaretti Presidente...comincia l'avventura!
Da oggi pomeriggio è iniziata la nuova avventura: sono uno dei tanti volontari del comitato per Zingaretti Presidente della Provincia di Roma. Con grande piacere ho detto si quando me l'hanno proposto e non vedo l'ora di iniziare la fase vera, quella attiva, della campagna elettorale per Nicola, stare tra la gente e curare l'organizzazione di eventi e campagna elettorale. In particolare ci saranno 4 camper che gireranno la Provincia e....non è facile avere chi sta sul camper senza prendere una lira, avere sempre il materiale, organizzare gli spostamenti e gli appuntamenti...e a risolvere questi problemi ci dobbimao pensare noi, naturalmente puro volontariato. Insomma un'altra ottica della campagna elettorale! Chiunque volesse essere volontario, stando sui camper o partecipando alle attività nei territori può mandarmi una mail!

sfoglia dicembre        febbraio