.
Annunci online

il blog di Benedetto Paris

7 dicembre 2011
Nello TULLI: Famiglia e infanzia al centro della politica labicana

Vogliamo mettere al centro dell’ attività amministrativa la famiglia, i bambini e le donne.

Infatti, Labico ha il 3° tasso di natalità regionale ed è il comune più giovane del Lazio. Non solo: il 40% dei labicani ha tra i 30 e i 50 anni, molti di loro con uno o più figli. E’ ai bisogni di questi cittadini che vogliamo guardare.

 Prima di tutto con la scuola. Tra cinque anni a Labico servirà la sezione D alle elementari e non si può andare avanti rincorrendo la crescita della popolazione scolastica, come fatto da Giordani e Galli. Vogliamo un nuovo e grande edificio scolastico, che sia sufficiente per le esigenze dei prossimo 10 anni e permetta così di avere, con una sola opera, spazi adeguati per ogni ordine scolastico e di liberare spazi per l’asilo nido comunale e soprattutto per creare, presso l’attuale scuola materna, un vero e proprio “Polo per l’Infanzia e la Famiglia”, con ambulatori e servizi pensati per i bisogni dei bambini, delle donne, della famiglia e dei giovani, creando così un polmone sociale nel centro storico.

Puntare sulla scuola significa anche puntare sulla qualità dell’istruzione offerta, sostenendo l’istituzione scolastica nella realizzazione delle attività integrative, che stimolino la creatività dei bambini e li avvicinino al territorio in cui vivono.

Non solo. Vogliamo portare all’avanguardia la nostra scuola, con la realizzazione, di concerto dirigenza e docenti, di una “Sezione ad alta informatizzazione”, dotando, in 3 anni con 9.000 euro l’anno, le tre classi di una sezione di un netbook ad alunno, promuovendo, insieme all’istituzione scolastica, l’utilizzo consapevole dei computer e soprattutto l’utilizzo della tecnologia multimediale nella didattica.

Per i giovani, invece, vogliamo servizi e spazi dove poter costruire il proprio futuro e con i quali poter partecipare alle scelte che li riguardano: Informagiovani on line, centro giovanile e Consiglio dei giovani rimangono i nostri caposaldi. A questo aggiungiamo il rafforzamento delle borse di studio per meritevoli elargite grazie a Cambiare e Vivere Labico dal nostro comune dal 2008.


1 dicembre 2011
Assestamento: aumenta il buco dei rifiuti, aumentano i tagli!

Controrelazione in Consiglio comunale sull’assestamento di bilancio 2011

Come nel caso del passato consiglio comunale sugli equilibri di bilancio, la nostra speranza era che approfittasse dell’assestamento per mettere dei ripari alle scelte fatte da voi sul bilancio del 2011. Questo bilancio infatti si caratterizzava per il grande deficit - se volete chiamarlo così, certo non servizio! – legato alla gestione dei rifiuti. Il non aver chiesto i fondi alla Provincia di Roma, il normale aumento dei costi dovuto alla differenziata, e l’attuale fallimento di questa, ha fatto lievitare questo deficit a 160.000 euro nel 2010 e ne prevedevate 100.000 per quest’anno. Per tappare questo “deficit” avete aumentato la tassa sui rifiuti del 5%, raggiungendo un aumento 2008-2011 del 21% della tassa, e sempre del 5% avete aumentato scuolabus e mensa. Inoltre avete tagliato drasticamente scuola, cultura e sport.

Ecco, speravamo che con l’assestamento reinserisse un po’ di fondi a questi settori, l’anima del paese, della vita sociale. Invece con l’assestamento i problemi sono continuati, anzi sono aumentati.

Avete avuto 55.000 euro di maggiori entrate (l’aumento della tassa sui rifiuti) che si sommano ai 30.000 euro di maggiori multe, ma il dato vero che caratterizza anche questo assestamento è sempre la gestione di rifiuti e servizio idrico: il costo dei rifiuti è arrivato alla soglia record di  1milione e 69 mila euro, con un deficit che invece di scendere è arrivato a 164.200 euro. Anche il servizio idrico ha avutoi maggiori costi rispetto alle previsioni, con un “deficit” di 74.000 euro.

Per chiudere il bilancio 2011 quindi avete continuato a tagliare la cultura (la biblioteca non apre neanche quest’anno), mentre cresce la spesa per il personale.  Non solo, avete dovuto applicare 21.000 euro del fondo cassa, delle riserve del comune, per chiudere i conti.

A questo si sommano due questioni non poco gravi: la regione ha tagliato 13.000 euro di fondi per le borse di studio per reddito e voi vi siete limitati a toglierle. Davanti alla crisi sociale e davanti all’importanza del diritto di accesso all’istruzione, noi avremmo invece coperto quella cifra con risorse del comune. Non si possono privare i bambini del diritto alla scuola, all’istruzione, si devono aiutare le famiglie, con o senza i fondi regionali! Del resto avete applicato 21.000 euro dell’avanzo di bilancio, perché non applicarne 35.000 e coprire quelle spese? E’ che a voi non interessa!!!

Infine neanche quest’anno avete sfruttato la disponibilità della Provincia a realizzare a sue spese il marciapiede di Via Marcigliana per mettere in sicurezza il percorso pedonale da circ. Falcone a Via Roma, quindi al parco, al centro anziani, alle scuole. Non avete usato le risorse che grazie a noi erano state iscritte al bilancio per l’esproprio delle aree, solo 10.000 euro, e così ora avete tolto quelle risorse per coprire altre spese, magari interventi elettorali dell’ultima ora. Ancora una volta così dimostrate la vostra logica clientelare e di potere nell’uso delle risorse pubbliche, nel disprezzo dell’interesse generale.

Per tutti questi motivi votiamo contro questo assestamento, non per il dato contabile, che è ineccepibile, ma per quello politico: scuola cultura sport e sociale pagano la vostra incapacità!

 


8 ottobre 2010
INTERROGAZIONE CONSILIARE SICUREZZA VIA MARCIGLIANA (già via dello sport)

I sottoscritti Consiglieri Comunali

 

VISTO il recente incidente che ha interessato Via Marcigliana, dovuto alla velocità e alla disattenzione del conducente;;

 

DATE le numerose sollecitazioni effettuate dal gruppo consiliare “Cambiare e Vivere Labico” inerenti la sicurezza stradale di Via Marcigliana (già Via dello Sport);

 

CONSIDERATE le segnalazioni in data 30/06/2009 e 04/11/2009 da parte del Cons. Paris per conto del Gruppo Consiliare “Cambiare e Vivere Labico” con le quali si richiedeva alla Provincia di Roma e, più specificatamente, all’Ass. alle Politiche della Viabilità Marco Vincenzi di intervenire con la realizzazione di dissuasori del traffico, l’installazione di un segnalatore di velocità, la manutenzione straordinaria del manto stradale e la realizzazione del marciapiede, segnalazioni inviate per conoscenza anche al Sindaco di Labico con Prot. 0004268 e Prot. 0007291;

 

CONSIDERATA la Mozione consiliare presentata dal gruppo consiliare “Cambiare e Vivere Labico” presentata il 12/03/2010 e votata all’unanimità dal Consiglio Comunale con Del. N.18 del 11/05/2010 con la quale si impegnava l’Amministrazione comunale a intervenire presso la Provincia di Roma per richiedere la messa in sicurezza della strada provinciale 20° e a espropriare l’area necessaria per la realizzazione del marciapiede;

 

DATO che nello stesso Consiglio Comunale del 11/05/2010 veniva approvato all’unanimità l’emendamento al Bilancio previsionale per l’anno finanziario 2010 per 10.000 destinati all’esproprio delle aree necessarie per la realizzazione del marciapiede da parte dell’Amministrazione Provinciale;

 

INTERROGANO

LA S.V.

per conoscere e sapere

 

  • Quali siano gli atti posti in essere dal Comune di Labico in attuazione della mozione consiliare approvata;

  •  

Si sottolinea l’urgenza della presente interrogazione e si chiede risposta al primo Consiglio Comunale utile con la contestuale iscrizione del punto all’odg.

 

Labico 08 ottobre 2010                                                                         

 

Interrogazione n.__/10                                                                                                               I Consiglieri Comunali      

      

       Paris Benedetto  

       Giovannoli Danilo
         Tulli Nello


12 maggio 2010
La mozione consiliare approvata ieri per la sicurezza e il marciapiede di Via Marcigliana
Mozione consiliare Messa in sicurezza e interventi necessari per realizzazione marciapiede in via marcigliana

Premesso che

DATA la difficile situazione inerente la strada provinciale 20anel tratto urbano nel comune di Labico denominato Via Marcigliana, rispetto altema della sicurezza stradale, in special modo dei pedoni.

CONSIDERATO che tale strada oggi è interessata da un imponenteinsediamento abitativo sia con accesso diretto dalla strada provinciale, conuna serie di nuove edificazioni di recente realizzazione, sia con accessoindiretto, poiché nella strada provinciale confluisce la Circonvallazione GiovanniFalcone lungo la quale sono oggi ubicate centinaia di abitazioni.

TENUTO CONTO che su uno dei lati del tratto urbano della S.P. 20°è stato realizzato recentemente un importante parco pubblico attrezzato, moltofrequentato, e un campo sportivo polivalente grazie ai finanziamenti dellaProvincia di Roma e numerosi sono i cittadini che, per recarsi al campo esoprattutto al parco, percorrono tutto il tratto urbano della S.P. 20° che perònon ha marciapiede e, soprattutto, è caratterizzata da due rettilinei lungo iquali autoveicoli e motoveicoli viaggiano frequentemente a velocità elevata.

CONSIDERATE le segnalazioni in data 30/06/2009 e 04/11/2009 daparte del Cons. Paris per conto del Gruppo Consiliare Cambiare e Vivere Labicocon le quali si richiedeva alla Provincia di Roma e, più specificatamente, all’Ass.alle Politiche della Viabilità Marco Vincenzi di intervenire con larealizzazione di dissuasori del traffico, l’installazione di un segnalatore divelocità, la manutenzione straordinaria del manto stradale e la realizzazionedel marciapiede, segnalazioni inviate per conoscenza anche al Sindaco di Labicocon Prot. 0004268 e Prot. 0007291;

VISTE le comunicazioni verbali effettuate con le quali sicomunicava l’impegno dell’ente provinciale a intervenire quanto prima per lamanutenzione del manto stradale e per l’apposizione di dissuasori orizzontali;

DATA la risposta scritta dell’Ass. Vincenzi con la quale sicomunicava in data 28/10/2009 l’impossibilità di intervenire a breve termineper la realizzazione del marciapiede in quanto la sede stradale provinciale nonpuò essere ridotta e quindi si rende necessario l’esproprio dei terrenilimitrofi e con esso un procedimento di programmazione che necessita di tempipiù lunghi;

CONSIDERATA l’importanza di un intervento definitivo che metta insicurezza il transito da Circ. Falcone, Via C. A. Dalla Chiesa e viaMarcigliana verso Via Roma, o verso il Centro Anziani o verso il Parco P.Tulli;

il Consiglio Comunale, dopo la necessaria discussione,

IMPEGNA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

a intervenire presso l’Assessorato allaViabilità della Provincia di Roma per sollecitare un intervento per la messa insicurezza e manutenzione di via Marcigliana;

porre in essere tutti gli atti necessariper mettere a disposizione della Provincia di Roma in tempi rapidi le aree necessarieper la realizzazione di un marciapiede.


Labico lì 12/03/2010


11 maggio 2010
Emendamenti Bilancio 2010 N. 7 - Esproprio marciapiede via marcigliana

A marzo, dopo una serie di incontri e lettere con la Provincia di Roma,  ho presentato per conto di tutto il gruppo consiliare una mozione consiliare per impegnare l'Amministrazione comunale affinché la Provincia intervenga per la messa in sicurezza di Via Marcigliana (nel tratto ex via dello sport) e per realizzare un marciapiede. A tal fine è necessario che l'amministrazione comunale espropri l'area e ciò renderà più facile l'intervento provinciale per fare il vero e proprio marciapiede. Per questo, in attesa del voto sulla mozione, abbiamo chiesto di inserire la somma per l'esproprio.

"Ridurre di 10.000 euro la spesa nelcapitolo 2010501 recante “Acquisizione di beni immobili, gestione dei benidemaniali e patrimoniali”.

Contestualmente aumentare di 10.000 euro laspesa nel capitolo 2010502 recante “espropri e servitù onerose, gestione deibeni demaniali e patrimoniali” finalizzati all’acquisto dell’area di viamarcigliana per la realizzazione di un marciapiede nel tratto parallelo alparco P. Tulli"


sfoglia novembre        gennaio